Un anno fa con Giulia Butera siamo andati in centro a fare qualche domanda ai passanti, cioè le domande erano sull’anno che finiva, il 2010 e su cosa si aspettavano del 2011. A distanza di un anno questa raccolta di interviste ha vari aspetti stranianti, sia per gli auguri “politici” che parecchi si facevano (indovinate cosa si aspettavano molti degli intervistati), sia per l’accenno profetico fatto a uno sperabile rinnovamento in Medio Oriente, incredibilmente azzeccato; e poi anche per l’atmosfera generale sospesa tra la voglia di lasciarsi alle spalle i momenti negativi e la sensazione strisciante che le rogne non fossero finite, come infatti si è dimostrato…

Promote Post

Leave A Comment

Posting your comment...

Subscribe to these comment via email
http://www.urltv.it/wp-content/themes/selecta